• Giocare con la matematica

    I labirinti

    Il caldo è sempre più opprimente e bisogna offrire un’alternativa ai nostri ragazzi. Proporre i compiti non sempre è la mossa più giusta, quindi perché non dare loro la possibilità di fare un ripassino, ma sotto forma di gioco? Oggi vi propongo quattro labirinti in cui si deve seguire un determinato percorso per per raggiungere l’uscita. Con questo gioco si prende confidenza con il concetto di multipli e anche di numeri primi. Cliccando qui sotto potrete scaricare il PDF con i labirinti.

  • Consigli di lettura

    Gli artisti dei Numeri

    Di Albrecht Beutelspacher Questo romanzo, scritto da un matematico tedesco, ha tutti i “numeri” per appassionarvi: qui infatti la matematica si intreccia con il mistero tipico di un libro giallo. Il protagonista è Christian, un ragazzino di 12 anni che, per problemi di salute, viene mandato in Toscana, in un castello presso Cortona, con la zia Ursula che proprio lì deve partecipare ad un convegno di matematica. Durante il soggiorno Christian fa la conoscenza del sedicente professor Primo che tiene affascinanti lezioni su crittografia e teoria dei numeri e che sostiene di aver trovato il modo per poter decifrare tutti i codici segreti possibili e immaginabili. Al convegno partecipa anche…

  • Giocare con la matematica

    Il domino delle tabelline

    Questo gioco è pensato per i bambini che hanno finito la seconda elementare (anno in cui si studiano le tabelline), ma anche per i più grandicelli a cui consolidare le odiate tabelline non fa mai male. Il gioco si basa sul classico domino, l’unica differenza è che, al posto dei puntini da 0 zero a sei, le tessere sono divise in modo da avere da una parte le moltiplicazioni e dall’altra i risultati. I bambini a turno metteranno sul tavolo una tessera che si attacchi a quella già presente. Qui troverete il PDF con le tessere da stampare. Il mio consiglio è quello di incollarle su un cartoncino e plastificarle…

  • Giocare con la matematica

    L’indovina numero

    Oggi vi propongo un gioco molto carino da fare in spiaggia, a casa o in una baita in montagna, insomma potete portarvelo dietro ovunque andiate, non è ingombrante e di sicuro vi divertirete e diventerete velocissimo con i calcoli. Al gioco dell’INDOVINA NUMERO si può giocare in due, ma anche di più, non ci sono limitazioni. Si dispongono le carte a faccia in giù in un unico mazzo al centro del tavolo, a turno ogni giocatore prenderà una carta e leggerà il calcolo da fare per indovinare il numero. Se la risposta è corretta si aggiudicherà la carta, in caso contrario la dovrà reinserire nel mazzo. Vince che si guadagna…

  • Matematica no problem

    Piccolo dizionario di matematica per i più piccini

    ADDIZIONE: è l’operazione che ti permette di mettere insieme due o più quantità uguali tra loro. SOTTRAZIONE: è l’operazione che ti permettere di togliere una quantità da un’altra. MOLTIPLICAZIONE: è l’operazione che ti permette di ripetere una stessa quantità tante volte. DIVISIONE: è l’operazione che ti permette di suddividere in parti uguali una quantità. PAIO o COPPIA: significa che si devono prendere in considerazioni due oggetti (1 paio di scarpe sono due scarpe). DOPPIO: vuol dire che devi moltiplicare per 2 un numero o una quantità. TRIPLO: vuol dire che devi moltiplicare per 3 un numero o una quantità. META’: vuol dire che devi dividere per 2 un numero o…

  • Matematica no problem,  Pillole di matematica,  Uncategorized

    Gli enti fondamentali della geometria

    Nell’articolo sulla geometria euclidea ho citato gli enti fondamentali della geometria: PUNTO, RETTA e PIANO Essi però hanno bisogno di più spazio, anche perché se si chiamano fondamentali ci sarà un motivo. Pesiamo a una qualsiasi figura piana, anche la più semplice come un quadrato: per definire i lati o i vertici ola sua area dobbiamo aver ben chiaro in testa il concetto di retta, punto e piano. Vediamoli nel dettaglio. IL PUNTO E’ molto difficile dare una definizione rigorosa di punto, però possiamo provare a darne una più intuitiva: prendiamo una penna e appoggiamone la punto su un foglio di carta, il segno che rimane è un punto. Il…

  • I grandi matematici,  Pillole di matematica,  Storia della matematica

    La geometria euclidea

    Come sappiamo la parola geometria deriva dal greco (geo + metria) che significa letteralmente misura della terra, quindi è una materia tutt’altro che astratta, ma che nasce proprio da esigenze concrete. La geometria euclidea si basa su tre enti fondamentali indefinibili, punto, retta e piano e su 5 postulati formulati dal matematico greco Euclide nella sua opera gli Elementi I postulati sono degli enunciati indimostrabili su cui basare un ragionamento logico per dimostrare tutti i teoremi; la sua idea era infatti quella secondo cui tutte le proprietà geometriche possono essere dedotte da essi. I 5 postulati sono i seguenti: È sempre possibile tracciare una retta tra due punti qualunque. È…

  • Curiosità matematiche,  Pillole di matematica,  Storia della matematica

    La storia della scacchiera

    C’era una volta un re persiano, ricco e potente, che aveva tutto ciò che desiderava. Ma come spesso accade quando si ha tutto, nulla ha più valore e così egli non sapeva godere delle sue ricchezze e per questo motivo era molto annoiato. Un giorno, stanco della sua vita, che trascorreva sempre uguale, emanò un proclama nel quale si annunciava che chiunque fosse riuscito a divertire il re, sarebbe stato ricompensato con qualsiasi cosa avesse chiesto. Allettati dalle promesse del re, maghi, buffoni e cantastorie accorsero a palazzo, provenienti da ogni parte del paese. Tutti si impegnarono per offrire al re spettacoli mirabolanti, ma nessuno aveva catturato la sua attenzione,…

  • Curiosità matematiche,  Giocare con la matematica,  I grandi matematici,  Pillole di matematica

    I numeri amici

    Non lasciatevi fuorviare dall’immagine, oggi non voglio parlarvi della famosa serie tv, ma dei numeri amici. Sì avete capito bene, in matematica esistono anche i numeri amici. Un giorno un tizio chiese a Pitagora se avesse degli amici e lui rispose di averne due: il numero 284 e il numero 220. Alla risposta del matematico il tizio rimase alquanto perplesso, come potevano due numeri essere amici? Sembrava un’assurdità. Invece non lo è, e adesso ve lo spiego. Due numeri sono amici quando i divisori di un numero sommati tra di loro danno come risultato l’altro numero. Applicando i criteri di divisibilità cerchiamo i divisori di 284: 1, 2, 4, 71…